Patek Philippe 3970EP: platino e diamanti per il Re dei CronoPerpetui

Dal 1941, la produzione degli orologi Patek Philippe dotati di cronografo, calendario perpetuo e fasi lunari non si è mai interrotta. L’origine di questa dinastia orologiera si può far risalire al leggendario modello 1518, introdotto appunto nel 1941 e sostituito nel 1950 dal modello 2499, ritenuto altrettanto iconico. Il 2499 rimase in produzione per circa 35 anni, fino a quando Patek Philippe decise di rinnovarne lo stile, dando vita al modello 3970: la versione in platino con quadrante nero e indici in diamanti è il re indiscusso di questa collezione.

Il modello 3970 fu introdotto nel 1986 e rimase in produzione fino al 2004, anno in cui fu sostituito dai modelli 5970 e successivamente 5270. Rispetto al predecessore va messa in evidenza l’adozione di un movimento più moderno e raffinato, il calibro CH 27-70 Q basato sul Lemania 2310 (il precedente aveva una base Valjoux), completamente ridisegnato e perfezionato da Patek Philippe. 

Questo portò anche ad una diversa fisicità della caasa, il cui diametro fu ridotto a 36 mm, migliorandone la vestibilità. Tra le nuove caratteristiche figurano l’indicatore dell’anno bisestile sul quadrante ausiliario delle ore 3 e l’indicatore delle 24 ore su quello delle ore 9. Lo stile della cassa richiamava quello del 2499, con le sue anse rivolte verso il basso e i pulsanti a pompa. 

Il modello 3970E (E per Etanche, ossia resistente all’acqua) fu prodotto in oro giallo, bianco, rosa e platino. La versione in platino era disponibile con tre diverse opzioni di quadrante: argento con indici a bastone, nero con indici a bastone e nero con diamanti.

I 18 anni di produzione del 3970 sono stati suddivisi in quattro serie distinte:

La prima serie (1986 – 1988) includeva una cassa con fondello a pressione, lancette a foglia e indici rettangolari. Fu prodotta solo in oro giallo, con circa 100 esemplari realizzati.

La seconda serie (1987 – 1990) presentava una cassa con fondello avvitato e marcato “E – Etanche”, lancette a foglia e indici a bastone, prodotta in tutti e quattro i materiali con circa 450 esemplari realizzati.

La terza serie (1989 – 1995) manteneva la cassa con fondello avvitato “E – Etanche” e aggiungeva un ulteriore fondello in zaffiro, con lancette a bastone e indici lapidati, con circa 1.350 esemplari prodotti.

La quarta serie (1994 – 2004) seguiva la configurazione della terza serie, ma con cambiamenti nel range dei numeri di serie per movimento e cassa e, dal 1997, era dotata di fibbie deployante. Circa 2.000 esemplari furono prodotti.

L’esemplare fotografato su queste pagine è un ref. 3970EP-029 in platino venduto da Oeding-Erdel, concessionario Patek Philippe a Münster in Germania. Si distingue per il suo quadrante nero semilucido originale con indici delle ore in diamanti a taglio brillante montati su di un castone in oro bianco: una caratteristica estremamente rara e molto ricercata. 

L’orologio è stato conservato in condizioni eccezionali, con marchi nitidi sui lati delle anse. Include ancora la fibbia deployante in platino originale di Patek Philippe. L’orologio è accompagnato dal Certificato d’Origine della Casa ginevrina.

Valutiamo e compriamo il tuo orologio

Il più esclusivo catalogo di orologi vintage

Visita Ora

La boutique di Roma

Via della Croce, 13