Jay-Z: il Re del Pop, tra passione e investimento, sceglie il Vintage

È al primo posto tra i cantanti più ricchi del mondo, con un patrimonio di circa 2,5 miliardi di dollari e quando fa un investimento personale in Alta orologeria, sceglie sempre il Vintage.

In un momento nel quale l’orologeria è sotto la lente d’ingrandimento di collezionisti, appassionati, investitori, persino di qualche speculatore, si ripropone con maggior vigore e interesse l’annosa diatriba tra orologeria contemporanea e vintage. La prima, scelta soprattutto dai neofiti che vogliono effettuare da soli la selezione e l’acquisto, fidando sulle loro conoscenze, nell’ultimo anno è stata un po’ sulle montagne russe, quando la leva speculativa ha scelto di indirizzarsi su altri lidi, facendo ritornare le quotazioni di tutta la produzione “normale” ai prezzi consoni ad un secondo polso. 

Diverso il discorso per i vintage, che da decenni mantengono un loro solido mercato, con quotazioni in continuo aumento grazie all’interesse di un numero sempre più ampio di collezionisti e appassionati. A fare la differenza è la sostanziale rarità dei pezzi in vendita, ambiti anche dai nuovi acquirenti asiatici e americani. A venderli e garantirli un ristretto novero di mercanti di altissimo livello, gli unici a poter assicurare nel tempo qualità e autenticità, che non a caso vengono sempre più spesso scelti per gli acquisti più importanti, anche da collezionisti evoluti, che “scelgono il vintage” per la bellezza, originalità, rarità dei pezzi offerti, ma anche per la loro tenuta economica nel tempo.

Jay-Z fotografato durante il Renaissance World Tour di Beyoncé al MetLife Stadium nel New Jersey. Al suo polso il Daytona 6263 Tiffany.
Jay-Z fotografato durante il Renaissance World Tour di Beyoncé al MetLife Stadium nel New Jersey. Al suo polso il Daytona 6263 Tiffany.

 

Un perfetto esempio della potenzialità dirompente dei modelli vintage più esclusivi, di quelli che rubando un termine al mondo dell’automotive potremmo definire “SuperWatch”, è il Daytona “Paul Newman” 6263 personalizzato Tiffany acquistato all’inizio dell’estate dal celebre rapper (e grande collezionista) americano Jay-Z. Vediamo più da vicino la storia di questo straordinario pezzo, realizzato nel 1969: incidentalmente (ma neanche poi tanto) l’anno di nascita del celebre acquirente.

Fino ai primi dello scorso giugno questo Daytona aveva passato anni e anni nascosto in una cassaforte. Adam F. Golden, fondatore di Menta Watches con sede a Miami Beach in Florida, da diverso tempo era a conoscenza di questo esemplare: proveniva da una collezione privata che il collezionista stava svendendo pezzo dopo pezzo. Golden aveva venduto al medesimo collezionista uno straordinario Daytona 6265 “Lemon”, una versione in oro giallo con quadrante giallo, per la cifra di 3,6 milioni di dollari.

«Conosco questo orologio da tre o quattro anni e mi è sempre stato promesso dal suo proprietario – ha spiegato Golden attraverso un DM (messaggio diretto) su Instagram – Finalmente è arrivato il momento. Avevo intenzione di proporlo a un buon cliente, ma mi è venuto in mente di inviare un messaggio ad Alex Todd (il gioielliere di fiducia di Jay-Z), dato che Jay è un ambasciatore di Tiffany».

 

Il Rolex Daytona Ref. 6263 Paul Newman con personalizzazione Tiffany & Co. di Jay-Z

Quando un orologio così speciale si presenta, non c’è tempo da perdere e Alex Todd ha colto al volo l’opportunità: «Per quanto riguarda i Rolex vintage, mi fido davvero di poche persone – ha detto Todd a Golden – quando qualcuno mi manda un Rolex vintage, gli invio una foto per avere il suo parere. Recentemente, gli ho mandato un costoso Daytona per la sua expertise, quindi potrebbe facilmente aver capito che lo stavo cercando per un cliente importante. Mi ha inviato questa gemma rara e, essendo un Paul Newman “Tiffany” del 1969, aveva perfettamente senso a chi sarebbe finito al polso…». 

Il messaggio di Golden è velocemente passato da Todd a quel “cliente importante”: «L’ho mandato a Hov (il più celebre dei soprannomi di Jay-Z) e il gioco è stato fatto».

Passati pochi giorni, Golden è partito da San Diego per New York City per mostrare direttamente al rapper l’orologio. Questo era stato fermo così a lungo che la molla di carica – l’elemento che fornisce energia al movimento – si era rotta. Ha dovuto quindi farla riparare la mattina stessa del loro incontro.

Dopo aver atteso pazientemente anni per l’orologio, tutto è accaduto ad una velocità fulminea. L’incontro con Jay-Z è durato solo pochi minuti: «Incontrare Jay è stato bello, ma veloce – ha detto Golden – È davvero una persona semplice e gentile, senza pretese. Ho spiegato un po’ sull’orologio, l’ho regolato per il suo polso. Tutto qui. L’intero incontro è durato cinque minuti».

Quando si ha un conto in banca come il suo non c’è bisogno di molte esitazioni per un orologio del genere, soprattutto considerando che Golden lo aveva descritto come “in ottime condizioni” e con tutte le parti originali. 

 

 

L'Oyster Cosmograph "Paul Newman" Panda dial con personalizzazione Tiffany & Co. venduto da Phillips nel 2016

Più in generale è difficile stabilire un valore di mercato per un orologio che raramente viene messo in vendita e per il quale non si hanno riferimenti certi. Possiamo solo dire che un Daytona “Paul Newman” simile con personalizzazione Tiffany fu venduto da Phillips nel 2016 per 874.000 franchi svizzeri, quindi in un periodo di relativa quiete del mercato. Quando qualcuno su Instagram ha chiesto a Todd il prezzo, il gioielliere ha risposto: «Quello che vuole il proprietario. Non ci sono altri modelli simili in giro…”.

Fin qui la cronaca dell’ultimo acquisto di How. Si tratta però solamente di un capitolo, il più recente, di una passione per l’alta orologeria vintage che il celebre showman coltiva veramente da tanto tempo e che lo ha visto più volte protagonista dell’acquisto di alcuni dei pezzi più belli e importanti del collezionismo contemporaneo.

 

Jay-Z indossa un Rolex Sky-Dweller in oro

Jay-Z vive sulla vetta del pantheon della moderna cultura pop e ha raggiunto così tanto successo nella sua carriera di artista, produttore e imprenditore che non ha più bisogno di fare musica o produrre spettacoli durante l’halftime del Super Bowl, anche se lo fa comunque. Il punto è: ogni sua mossa ha il potenziale per creare onde d’urto e questo include anche il modo in cui colleziona gli orologi. 

Dall’indossare orologi in platino alla fine degli anni ’90, fino a immergersi nei modelli da nerd amanti del vintage più profondi di oggi, i suoi gusti sono una vera e propria riflessione della cultura pop attuale e un simbolo concreto delle sue predilezioni estetiche e di investimento. Per i fan, individuare l’orologio che in quel momento è diventata un modo per cercare di capire l’uomo ed i suoi gusti.

 

Jay-Z indossa un Patek Philippe Grandmaster Chime ref. 6300G, modello reversibile con 20 complicazioni meccaniche

Ad esempio ha indossato un Patek Philippe “Grandmaster Chime” ai Grammy di quest’anno

 

Il giorno dopo gli Oscar 2023, sono iniziate a circolare le foto dell’after-party che ha organizzato con Beyoncé

Due immagini hanno iniziato a circolare immediatamente tra gli appassionati di orologi e sulle pagine dei fan dell’uomo stesso: indossava un raro e probabilmente unico Patek Philippe vintage ref. 2499. Vedere un pezzo così insolito degli anni ’80, incredibilmente complicato e completo di un raro bracciale, al polso di Jay-Z è davvero un segnale importante per chi colleziona orologi: il re dell’Alta Orologeria ha scelto ancora una volta un “SuperWatch” vintage. 

«A mio parere è la dimensione il punto di partenza per far diventare un ‘must have’ il cronografo perpetuo di Patek Philippe – dice John Reardon, ex responsabile internazionale degli orologi di Christie’s, amante e studioso di tutto ciò che riguarda Patek e fondatore del rivenditore di vintage Collectability – Il design del 2499 era una naturale evoluzione del cronografo con calendario perpetuo iconico della Casa ginevrina».

 

Jay-Z fotografato il 7 giugno del 2005 al party nella boutique di Midtown East a New York City, per il lancio della sua collaborazione con Audemars Piguet

In realtà l‘avventura commerciale di Jay-Z nel mondo degli orologi iniziò nel 2006, quando collaborò con Audemars Piguet per realizzare una Royal Oak Offshore in edizione limitata a 100 pezzi con la sua firma incisa sul fondello. Quell’edizione speciale non sarebbe stata l’ultima. Dopo aver parlato di Hublot nel 2011 in Watch the Throne, Jay seguì con una collaborazione nel 2013 con il marchio, lanciando la Shawn Carter Hublot Classic Fusion in ceramica nera e oro giallo. Poi, Beyoncé gli regalò anche un Hublot in diamanti da 5 milioni di dollari per il suo 43esimo compleanno.

Un Richard Mille in zaffiro blu personalizzato per Jay-Z dal valore di 2,5 milioni di dollari

In realtà l‘avventura commerciale di Jay-Z nel mondo degli orologi iniziò nel 2006, quando collaborò con Audemars Piguet per realizzare una Royal Oak Offshore in edizione limitata a 100 pezzi con la sua firma incisa sul fondello. Quell’edizione speciale non sarebbe stata l’ultima. Dopo aver parlato di Hublot nel 2011 in Watch the Throne, Jay seguì con una collaborazione nel 2013 con il marchio, lanciando la Shawn Carter Hublot Classic Fusion in ceramica nera e oro giallo. Poi, Beyoncé gli regalò anche un Hublot in diamanti da 5 milioni di dollari per il suo 43esimo compleanno.

Jay-Z e Beyoncè nel 2021 al Rubin’s White Party.

Tutto questo accadeva “prima”. Negli ultimi anni, si è orientato sempre più verso dei rari e iconici Patek Philippe vintage. Sembra quasi che quando Jay vede gli altri del settore crescere alle sue spalle, iniziando a interessarsi alle cose che gli piacciono e che indossa, sia solo un segnale per lui di andare oltre, di salire più in alto. E dove altro andare se non da Patek? 

Dopotutto, sia lui che la moglie hanno avuto una partnership di successo con Tiffany & Co. Beyoncé è stata la prima donna nera a indossare l’iconico Diamante Tiffany da 128,54 carati in un annuncio con il marito. Tiffany, a sua volta, ha avuto un rapporto di lunga data con Patek Philippe e ha celebrato quella relazione inviando l’orologio più richiesto della Casa ginevrina: il Nautilus ref. 5711 con un quadrante nel colore Tiffany. Uno di questi orologi è stato venduto all’asta da Phillips per 6,2 milioni di dollari… otto giorni dopo, Jay-Z ne indossava uno suo.

 

Alex Todd con Jay-Z: al suo polso un Audemars Piguet Royal Oak Quantième Perpétuel

Se poi vogliamo continuare con i numeri, allora merita di essere ricordato il suo Hublot Big Bang Integral Titanium Jewellery da cinque milioni di dollari, il Richard Mille 56-01 Tourbillon Green Sapphire da tre milioni di dollari, il Richard Mille RM056 Tourbillon Blue Sapphire ‘The Blueprint’ da 2,5 milioni di dollari, il Jacob & Co. Rainbow Tourbillon da circa mezzo milione di dollari. 

Per gli amanti della cronaca, l’ultimo arrivato in casa del rapper alla data del luglio 2023, è ancora una volta uno straordinario pezzo vintage, un Audemars Piguet Royal Oak “Quantième Perpétuel” in oro con quadrante in madreperla. 

Straordinariamente bello senza avere l’invadenza dei diamanti, testimonia come il gusto della star si vada via via affinando, insieme alla sua volontà di mettere al primo posto il collezionismo vintage: «So chi sono e non sono come gli altri. Potresti voler essere come me, ma non puoi. Anche il mio orologio lo dimostra». Come dargli torto?

 

Valutiamo e compriamo il tuo orologio

Il più esclusivo catalogo di orologi vintage

Visita Ora

La boutique di Roma

Via della Croce, 13