Valuta
Lingua

Orologi moderni Orologi vintage

Rolex 6234

di Gioielleria Bonanno

Rolex 6234

Parliamo oggi del Rolex 6234: siamo negli anni ’50, periodo in cui prevalgono forme accomunate da un’armonia tondeggiante; le misure modeste della cassa e i quadranti dalle grafiche colorate rendono questo orologio estremamente bello e funzionale.
Le caratteristiche meccaniche, sempre in linea con gli standard di eccellenza che da anni Rolex garantisce, si affidano all’ormai nota casa Valjoux.
Nonostante i pulsanti del cronografo siano a pompa, sprovvisti di vite che impedisca l’azionamento non voluto, viene garantita l’impermeabilità dell’orologio, aspetto estremamente importante su cui il marchio pentastellato ha investito molto.

Il Rolex 6234, progenitore degli ormai famosi Daytona, ne riporta praticamente le stesse caratteristiche tecniche, seppur vestito di un abito consono al periodo di produzione. Oggi è molto più di un mero oggetto funzionale, e rappresenta per il possessore un grande investimento.

Facciamo luce proprio su questo argomento, portando ad esempio l’asta riguardante l’esemplare “Paul Newman” appartenuto all’omonimo attore.
Questo orologio porta con sé un simpatico aneddoto che riguarda il proprietario e l’allora fidanzato di sua figlia: quando l’attore chiese al ragazzo che ore fossero, questi rispose di non avere un orologio; Paul Newman gli regalò dunque il suo Rolex dicendogli “se lo carichi tutti i giorni ti darà l’ora esatta”.
Passato del tempo, visto l’importante valore raggiunto dall’orologio, il nuovo proprietario e la sua ex ragazza, figlia dell’attore, decisero di metterlo all’asta di Philips.

Da qui in poi è ormai storia nota, e tutto il mondo sa quanto questo orologio abbia realizzato: partito da una base d’asta di un milione di dollari, e dopo un primo rilancio a dieci milioni di dollari, è stato subito chiaro quanto sarebbero state importanti le cifre che l’orologio era in grado di raggiungere.
Dopo meno di venti minuti il Paul Newman è stato aggiudicato a 17.752.500 di dollari, cifra mai raggiunta prima da un orologio da polso, dando visibilità mondiale alla realtà dell’orologeria.

Alleghiamo le foto dell’orologio e, com’è nostro solito, illustriamo con un grafico l’andamento del valore nei vari anni, riportando il costo che l’oggetto aveva all’origine e quello che corrisponde ad oggi; inoltre facciamo notare quanto negli anni si sia rivalutato.

Un modello standard dell’orologio in questione, con un costo di circa 100.000 lire nel 1950, corrispondenti al potere di acquisto odierno di €1876,07, ad oggi ha raggiunto un valore di €28.000, cifra circa 15 volte superiore a quella di partenza.
Questo dimostra la grande rivalutazione che ha interessato l’oggetto, e quindi il grande investimento che questo orologio ha reso.

Articolo di Fabio Michetti

Iscriviti alla newsletter

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del regolamento ue n.2016/679 – GDPR, presto inoltre specifico consenso al trattamento dei dati personali per le finalita pubblicitarie/promozionali come al paragrafo 2.2 dell'informativa sulla privacy

Open