Informativa Cookie EU

Valuta
Lingua

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress

Rolex 16528

di Gioielleria Bonanno

Rolex 16528

In questo articolo descriveremo uno degli ultimi Daytona in oro prodotto prima di utilizzare un meccanismo fatto interamente dalla casa madre.

Ormai da molti anni Rolex è un’azienda ai vertici nel settore dell’orologeria, e i suoi prodotti regalano ad ogni utente grandi soddisfazioni: c’è chi lo acquista per passione, chi per investimento…chi per entrambi i motivi.

Tutto nasce nel 1908, quando Hans Wilsdorf voleva che i suoi segnatempo portassero un nome corto, facile da ricordare e da pronunciare in tutte le lingue, e che potesse essere inserito armoniosamente sui quadranti e sui movimenti.

A proposito della scelta del nome, raccontava:

“Ho provato a combinare tutte le lettere dell’alfabeto, in ogni modo possibile. Avevo così a disposizione qualche centinaio di nomi, ma nessuno mi piaceva. Fino a quando una mattina, mentre viaggiavo sul piano superiore di un omnibus trainato da cavalli, lungo la via Cheapside nella City di Londra, uno spiritello mi ha sussurrato all’orecchio: Rolex”.

La casa madre a sempre cercato di offrire il massimo della qualità, utilizzando quanto di meglio il mercato potesse offrire. Parliamo, ad esempio, del 16520, il primo cronografo automatico. La maison sceglie come calibro (meccanismo) lo “Zenith 400 El Primero”, con 36000 alternanze ed una frequenza di 5 HZ, e utilizza uno speciale lubrificante a secco a base di Bisolfuro di Molibdeno applicato mediante un procedimento di vaporizzazione, che richiedeva attrezzature specifiche ed una manutenzione circa ogni due anni. Decide quindi di elaborare profondamente il calibro base Zenith El Primero, apportando ben 200 modifiche affinché potesse essere all’altezza dei propri standard qualitativi.

I primi necessari interventi vennero eseguiti per ridurre il numero di alternanze (da 36000 a 28000) e diminuire la frequenza da 5 a 4 HZ. Montarono sul movimento un bilanciere più grande che oscillava ad una frequenza più bassa, comune a tutti i calibri Rolex di quel periodo, semplificando e migliorandone così l’affidabilità.

Il bilanciere Rolex ha quattro razze in glucydur con spirale Breguet e sistema di regolazione a microstella. I lubrificanti usati per il calibro 4030 erano quelli fluidi tradizionali, tali modifiche consentano a Rolex di consigliare una revisione ogni 4 anni, tempo quasi doppio rispetto al calibro d’origine. Qual è la conseguenza? La fornitura di meccanismi Zenith per la Rolex, in relazione con la maggiore richiesta di Daytona Zenith, rende questo orologio un oggetto raro e, come già detto per molti prodotti della casa, una vera opera d’arte di grande valore.

 

Unico per le sue particolarità ed estremamente raro per la richiesta, in poco tempo fa schizzare il valore di mercato a cifre ben più alte del valore originario. Ormai sono molti anni che tutto questo ne fa una garanzia di stabilità, un bellissimo oggetto nonché uno dei migliori investimenti che il mercato possa offrire.

Articolo di Fabio Michetti

Iscriviti alla newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13, decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196