Valuta
Lingua

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress

Rolex 16528 Floating

di Gioielleria Bonanno

Rolex 16528 Floating

Come già precedentemente descritto nell’articolo inerente al Rolex 16520 Floating, stiamo parlando di circa 300 porcellanati (altro nome spesso utilizzato) prodotti.

Richiamiamo alcune notizie dal precedente articolo, per ricordarvi quanto lavoro è stato impiegato per questo orologio.
La casa madre scelse come calibro (meccanismo) da utilizzare lo “Zenith 400 El Primero”, con 36000 alternanze ed una frequenza di 5 HZ, utilizzando uno speciale lubrificante a secco a base di Bisolfuro di Molibdeno applicato mediante un procedimento di vaporizzazione, che richiedeva attrezzature specifiche ed una manutenzione ogni circa due anni. Il calibro base Zenith El Primero venne poi profondamente elaborato, tant’è che necessitarono 200 modifiche affinché potesse essere equiparato agli standard qualitativi del marchio.

I primi, necessari, interventi vennero eseguiti per ridurre il numero di alternanze (da 36000 a 28000) e diminuire la frequenza da 5 a 4 HZ. Montarono sul movimento un bilanciere più grande che oscillava ad una frequenza più bassa, comune a tutti i calibri Rolex del momento, così da semplificare e migliorare l’affidabilità di tale movimento.
Il bilanciere Rolex ha quattro razze in glucydur con spirale Breguet e sistema di regolazione a microstella. I lubrificanti usati per il 4030 erano quelli fluidi tradizionali, tali modifiche consentano a Rolex di consigliare una revisione ogni 4 anni, tempo quasi doppio rispetto al calibro d’origine.

I movimenti 4030 montati sui Daytona prima serie seriale R ref.16520/3/8 hanno una numerazione compresa tra 10000 e 20000 (numerazione random che tiene conto anche del seriale successivo L). Le prime ghiere (per effettuare misurazioni di velocità) erano a 200.
Uno dei progettisti di questo orologio, recandosi spesso a Parigi con un treno ad alta velocità, passava il tempo divertendosi a misurare la velocità con il suo Daytona 16520 (uno dei prototipi che, in quanto tale, non aveva il seriale e montava quadranti di prova). Il treno viaggiava a molto di più di 200km/h, quindi si rese conto che per il mondo moderno un misuratore con scala a 200 era insufficiente e propose di ridisegnare la scala con un limite più alto (400 uph. La prima venne realizzata con intermedio a 225).

 

Un’altra interessante caratteristica è il quadrante Floating, si pensa prodotto in cento esemplari per ogni versione (oro, acciaio e oro, e acciaio; questa ultima più rara rispetto alle tipologie oro e acciaio e oro uguali come quadranti). Questo procedimento di lavorazione era assai lungo e complesso, con esposizione a forni ad alte temperature e poi l’applicazione delle scritte. A seconda del livello di essiccazione del quadrante nel momento in cui sono state poste le scritte ha creato i vari livelli di floating (porcellanati 1/2/3 livello).

È sempre troppo poco quello su cui riusciamo a far luce. Cosa aggiungere: oggi questo orologio viene chiamato il Paul Newman degli automatici, e si pensa che di Paul Newman con tasti a vite e carica manuale, ne siano stati prodotti circa 300, con valori che variano da un minimo di circa 300.000 euro ad un massimo di circa 500.000 euro per le versioni normali, mentre altri di estrema rarità, per caratteristiche differenti, hanno valori anche superiori ad 1.000.000 di euro.
Come già detto, di Porcellanati automatici ne sono stati prodotti circa 100 in acciaio, 100 in acciaio e oro e 100 in oro. Ad oggi le valutazioni di mercato sono estremamente inferiori a quelle dei progenitori a carica manuale, il resto sta alle vostre valutazioni.

Alleghiamo le foto dell’orologio e, com’è nostro solito, illustriamo con un grafico l’andamento del valore nei vari anni, riportando il costo che l’oggetto aveva all’origine e il prezzo corrispondente ad oggi, inoltre facciamo notare quanto negli anni si sia rivalutato.
L’orologio in questione, per un modello standard, aveva un costo di circa 20.000.000 di Lire nel 1989, corrispondenti al potere di acquisto odierno di € 20.643,82. Ad oggi ha raggiunto un valore di € 50.000, più del doppio rispetto al valore iniziale.

Questo dimostra la grande rivalutazione e quindi il grande investimento che questo orologio ha reso.

Articolo di Fabio Michetti

Iscriviti alla newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13, decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196