Valuta
Lingua

by Transposh - plugin di traduzione per wordpress

Richard Mille

di Gioielleria Bonanno

Richard Mille

Fondata nel 1999 dall’uomo d’affari francese Richard Mille, l’azienda rappresenta una perfetta fusione di tecnica estrema, innovazione e materiali inediti.

Richard Mille, nato il 13 febbraio 1951 a Draguignan (Francia) ha iniziato a lavorare a Finhor, una società orologiera locale, nel 1974. Quando questa viene acquistata da Matra, nel 1981, Mille viene promosso per gestire l’attività orologiera della nuova società, che allora comprendeva i marchi YEMA e Cupillard Rieme.
Le attività di orologeria di Matra sono poi state vendute a Seiko, che Mille ha lasciato nel 1992 per avviare un business di orologeria per la ditta di gioielli Mauboussin. Negli anni seguenti ha maturato una lunga esperienza nel settore lavorando, tra gli altri, per Audemars Piguet, Repossi e Baccarat.

Nel 1999, in collaborazione con Audemars Piguet, nasce la Richard Mille SA con sede a Les Breuleux, nel cuore dell’alta orologeria: il Canton Giura, in Svizzera.
Il primo orologio è stato messo in vendita nel 2001. Si tratta di un cronometro con tourbillon dalle straordinarie prestazioni, seguito poi dal modello tourbillon RM001, il primo ad essere prodotto su scala industriale.

Continuando la produzione, forte anche della collaborazione con grandi campioni dello sport, Mille lancia sul mercato orologi altamente innovativi come l’RM027, tourbillon rinomato per la sua estrema leggerezza (peso di soli 18 grammi) e dedicato al fuoriclasse del tennis Rafael Nadal, o come l’RM038, un tourbillon in lega ultra-leggera di magnesio-alluminio pensato per il golfista Bubba Watson.

Una delle novità più interessanti degli ultimi anni è senza dubbio l’RM030 del 2011, che prevede un dispositivo ad ingranaggi in grado di eliminare i rischi dovuti alla sovratensione della molla del bariletto, disinnestando automaticamente il rotore del sistema di carica quando la molla ha raggiunto la tensione ideale (ossia le 50 ore di autonomia, indicate sul quadrante) ed effettuando il reinnesto quando la riserva di carica raggiunge le 40 ore.

Altro capolavoro è l’RM 056 Felipe Massa Sapphire: completamente trasparente e con la prima cassa d’orologio ad essere interamente costruita in zaffiro. Si tratta di un’edizione limitata di 5 esemplari al prezzo di US $ 1,7 milioni, ed è stato dichiarato miglior orologio del 2012 alla mostra del “Salon Internacional de Alta Relojeria” a Città del Messico.

L’RM 11 è invece un cronografo in titanio, leggerissimo e anatomico come tutti gli orologi della maison, sempre all’altezza degli standard qualitativi che la casa assicura ormai da tempo.


Articolo di Fabio Michetti

Iscriviti alla newsletter

Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13, decreto legislativo 30 giugno 2003, n.196