Audemars Piguet: il fascino del Royal Oak Perpetual Calendar ref. 25686PT

La referenza 25686 e le sue impressionanti caratteristiche: Un Capitolo Importante per il Royal Oak Perpetual Calendar

 

La referenza 25686 segna una tappa significativa nella storia del Royal Oak Perpetual Calendar. Per la prima volta, l’orologio rivela attraverso il fondello la bellezza del suo meccanismo senza essere dotato di un movimento completamente scheletrato, quindi aperto anche dalla parte del quadrante.

Distribuito tra il 1989 e il 1998, questo modello presenta una vasta gamma di interpretazioni del quadrante. Gioca con i colori (oro, blu, salmone, rosa, ecc.) e varia le loro finiture. In particolare, è stato il primo orologio a introdurre il motivo guilloché noto come T21 Tapisserie nel mondo del Royal Oak Perpetual Calendar, oltre ai quadranti finemente incisi “Tuscany blue” e ai quadranti madreperla (come quello visibile in foto)

Inoltre, mai prima d’ora un Royal Oak Perpetual Calendar era stato realizzato in così tanti materiali diversi. Nel 1989, i primi modelli furono consegnati in oro giallo (BA) e platino (PT). L’acciaio (ST) fu introdotto l’anno successivo. Nel 1991, un primo modello (PR) combinava oro rosa (cassa e anelli) e platino (lunetta e borchie). Due anni dopo, fu realizzata una nuova variante interamente in oro rosa (OR), seguita nel 1994 da una sorprendente combinazione di acciaio e platino lucidato a specchio (SP). Infine, nel 1997, la settima e ultima variazione combinava nuovamente oro rosa e platino, ma con i componenti invertiti (PR).

Dal 1996, il Modello 25686 fu sostituito dal Modello 25820, che aggiunse l’indicazione del ciclo degli anni bisestili.

Le vendite dal 1989 al 1998: un totale di 299 unità, di cui 2 (1989), 20 (1990), 33 (1991), 20 (1992), 34 (1993), 66 (1994), 24 (1995), 66 (1996), 33 (1997) e 1 (1998). Modello derivato dal 25636 (1986), sostituito dal 25820 a partire dal 1996.

 
Royal Oak Perpetual Calendar ref. 25686PT. Movimento extra-piatto a carica automatica Calibro 2120/2800
Royal Oak Perpetual Calendar ref. 25686PT. Movimento extra-piatto a carica automatica Calibro 2120/2800

Nelle foto possiamo osservare il Royal Oak referenza 25686PT Calendario Perpetuo, in assoluto una delle più amate e ricercate tra i collezionisti dell’iconico modello Audemars Piguet,

Una delle caratteristiche distintive del Royal Oak 25686PT è l’impiego del platino per la cassa, ad eccezione della chiusura e delle viti esagonali sulla lunetta, che sono realizzate in oro bianco. Il platino è un materiale straordinario, tre volte più denso e la metà meno duro dell’acciaio, e durante il periodo dell’Art Deco era particolarmente popolare per la sua lucentezza e raffinatezza. Tuttavia, dopo la Seconda Guerra Mondiale, questo materiale scomparve quasi completamente dalle collezioni degli orologi da uomo di Audemars Piguet.

La svolta si ebbe solo nel 1986, quando il platino fece la sua ricomparsa nella collezione Royal Oak. La sua presenza discreta era in perfetta sintonia con la sua esclusività. Nel corso di quell’anno, fu consegnato in Germania il primo ed unico Royal Oak in platino, il Modello 25554. Questo esemplare rimase l’unico realizzato con questo materiale. L’anno successivo, furono immessi sul mercato solo due orologi Royal Oak in platino: uno nella variante 14470PT e l’altro come 25636PT. Nel 1988, venne lanciato il primo modello 25654PT. Tuttavia, fu nel 13 luglio 1989 che il Royal Oak Perpetual Calendar 25686 fece la sua prima apparizione, indossando con orgoglio la pregiata cassa di platino. I successivi 30 esemplari vennero consegnati tra il 1991 e il 1997. Il modello entrò a far parte del Catalogo Audemars Piguet nel 1993, caratterizzato da un quadrante madreperla di colore blu.

Un particolare del quadrante in madreperla del ref. 25686PT. Per l'epoca è singolare l'utilizzo di questo materiale "naturale" su di un modello con una grande complicazione.

Le vendite dal 1989 al 1997 raggiunsero un totale di 31 unità, così distribuite: 1 (1989), 10 (1991), 10 (1992), 1 (1993), 4 (1994), 4 (1995) e 1 (1997). L’esclusività e la rarità di questo orologio lo rendono una gemma ambita dai collezionisti e dagli appassionati di orologeria di tutto il mondo. Il Royal Oak 25686PT rappresenta non solo un pezzo di storia dell’orologeria, ma anche un simbolo di raffinatezza e prestigio che continua a brillare nel tempo.

Le viti sulla lunetta del Royal Oak Perpetual Calendar ref. 25686PT non erano in platino ma in oro bianco, come pure la chiusura del bracciale.

Royal Oak Perpetual Calendar ref. 25686PT

Calendario Perpetuo: giorno, data, mese, fase e età lunare. Movimento extra-piatto a carica automatica Calibro 2120/2800 (spessore 3,95 mm). Cassa da 39 mm in platino. Quadrante in madreperla blu.

 

Valutiamo e compriamo il tuo orologio

Il più esclusivo catalogo di orologi vintage

Visita Ora

La boutique di Roma

Via della Croce, 13