Rm 35-03 Automatico Rafael Nadal: Richard Mille e l’effetto Farfalla

La collezione RM 035 “baby Nadal”, ispirata agli orologi tourbillon che Rafael Nadal indossa sui campi da tennis, è progettata come un condensato di tecnologia per chiunque sia affascinato dalle prestazioni.

Il nuovo RM 35-03 Automatico Rafael Nadal, quarto orologio nella collezione a lui dedicata, fa parte a pieno merito di questa ragguardevole linea, alla quale apporta un’innovazione brevettata, il rotore a farfalla per la ricarica automatica.

«Nei nostri rispettivi settori, entrambi siamo impegnati a raggiungere l’eccellenza. Parliamo la stessa lingua, Richard e io – ha detto Rafael Nadal – siamo entrambi appassionati del nostro lavoro. Mantenere viva questa fiamma di passione per ciò che facciamo ogni giorno è essenziale per me. È sempre un piacere sentire la fiducia che lui e il suo staff hanno in me permettendomi di contribuire a questa avventura unica.»

L'estetica dell'RM 35-03 Automatique Rafael Nadal è elegantemente ergonomica e tecnicamente avanzata. Disponibile in tre versioni, il modello incorpora incisioni ispirate alla RM 27-04 Tourbillon Rafael Nadal. Il movimento, completamente scheletrato, è visibile attraverso il doppio vetro in zaffiro del caso. La platina e i ponti in titanio grado 5 sono progettati in maniera complessa e trattati con electro-plasma grigio e PVD per esaltare l'aspetto grafico dell'orologio. Le lancette scheletrate si sovrappongono a un rehaut in titanio grado 5 microbillato, evidenziato dai numeri 3, 6, 9, 12 inclinati verso il movimento, conferendo profondità al design.

Sono stati necessari tre anni di sviluppo di questo nuovo sistema di carica del movimento per indurre la sua “crisalide” a dispiegare le sue ali all’interno dell’RM 35-03. Se già l’RM 35-02 nel suo calibro RMAL1 incorporava un rotore a geometria regolabile, un componente distintivo dei movimenti automatici Richard Mille, il rotore a farfalla dell’RM 35-03 consente a chi lo indossa di interagire direttamente sulla sua geometria, variando la velocità del sistema di ricarica in base allo stile di vita e al livello di attività, con una complicazione che è, allo stesso tempo, giocosa e pratica. 

“Fino ad oggi, tutte le regolazioni della geometria del rotore dovevano essere eseguite da uno dei nostri centri orologieri autorizzati. Abbiamo perfezionato questo sistema dando a chi lo indossa la possibilità di intervenire personalmente sulla modalità di ricarica del suo orologio”, spiega Salvador Arbona, direttore tecnico del settore movimenti: «Come un guidatore che adatta il comportamento della sua vettura all’uso urbano, o a quello in pista, con l’attivazione della modalità sport.»

Il rotore a farfalla è costituito da due bracci in titanio grado 5 con applicati dei segmenti periferici in metallo pesante; sono collegati a un apposito pulsante tramite un treno di ingranaggi dedicato al loro azionamento. Nella loro posizione iniziale affiancata, i bracci sbilanciano il rotore concentrando la loro massa da una parte e convertendo quindi ogni movimento del polso di chi lo indossa nella rotazione utile a riavvolgere la molla nel bariletto. 

Premendo il pulsante a ore 7 gli ingranaggi dedicati al sistema posizionano i due bracci simmetricamente a 180°, bilanciando perfettamente il rotore, rendendolo così poco sensibile ai movimenti del polso. Sospendendo quindi il processo di avvolgimento della molla, se ne impedisce una tensione eccessiva. 

Il rotore a geometria variabile si adatta al livello di attività del portatore, modificando l'inerzia della massa oscillante tramite il posizionamento delle sue alette. Se l'utente è poco attivo e le alette sono verso la periferia, il caricamento è più rapido; al contrario, durante attività sportive intense con le alette vicino all'asse, il caricamento rallenta. Le modifiche al rotore devono essere effettuate solo da orologiai qualificati. Salvador Arbona, direttore tecnico del movimento, afferma: «Abbiamo voluto ottimizzare questo sistema dando l'opportunità al portatore di intervenire direttamente sul caricamento del proprio orologio, come un conducente che adatta il comportamento della sua auto a un uso urbano o su pista con l'attivazione della modalità sportiva.» Nel meccanismo di carica automatica, una guida scorrevole impedisce la sovraccarica del barillet una volta che il molla è completamente avvolto. Arbona aggiunge: «Meno questa guida è sollecitata, maggiore è la longevità del barillet e del suo molla. Questo principio è ovviamente messo in discussione se il rotore continua a girare velocemente quando l'orologio è indossato da uno sportivo. È questa riflessione che ci ha portato alla via del rotore a farfalla.»

Passando da una modalità all’altra, da quella normale che avvolge la molla del bariletto alla “modalità sport” che sospende l’attività del rotore, con la pressione sul pulsante si percepisce un “feedback” tattile che permette di sentire fisicamente sul polso il moto, di apertura e chiusura, dei due bracci.

Un indicatore di carica, posizionato a ore 6 sul quadrante, indica comunque se il rotore di carica è attivo (ON) o meno (OFF). Un selettore di funzioni completa il sistema di controllo del movimento; premendo semplicemente un pulsante a ore 2, l’utente può passare dalla funzione di carica (W), alla posizione di folle (N) e all’iMpostazione dell’ora (H), tramite la corona. 

Con il suo disegno sportivo ed ergonomico, l’RM 35-03, è disponibile in tre versioni: Quartz TPT blu e bianco, Carbon TPT e Quartz TPT bianco e infine Carbon TPT, tutte con linee e dettagli ispirati all’RM 27-04 Tourbillon. Interamente scheletrato, il movimento può essere ammirato da entrambi i lati della cassa attraverso i vetri in zaffiro. La platina e i ponti, realizzati in titanio grado 5 e trattati superficialmente con elettroplasma grigio e PVD, accentuano il carattere grafico del modello. Le lancette scheletrate puntano sulla lunetta interna, anch’essa in titanio grado 5 e micropallinata, inclinata verso il basso per creare ancora più profondità e punteggiata da indici a cifre arabe a ore 3, 6, 9 e 12. 

 

Questo progetto raffinato evidenzia visivamente l’aspetto tecnico dell’RM 35-03 Automatico Rafael Nadal. Con questo modello e il suo straordinario “rotore a farfalla”, ora si può realmente sperimentare un orologio come un’estensione del proprio corpo. 

L’RM 35-03 Automatic Rafael Nadal, il quarto orologio della Collezione RM 035, introduce un nuovo meccanismo di carica battezzato il ‘rotore a farfalla’. Questa invenzione brevettata offre il controllo diretto della carica del movimento automatico all’utente. È un modo del tutto nuovo di rimanere in contatto con il proprio orologio in ogni circostanza.

Da Richard Mille, l’orologio è sempre stato considerato un accessorio pratico che dovrebbe essere utile e completamente affidabile, qualunque cosa stia facendo il suo proprietario. Ispirato alla collezione di orologi tourbillon RM 027 indossati da Rafa Nadal sui campi da tennis, la Collezione RM 035 di orologi ‘baby Nadal’ è stata progettata come una concentrazione di tecnologia al servizio delle prestazioni e di chi le offre. Da indossare senza moderazione e senza compromessi.

L’RM 35-03 dimostra questa stessa sete di innovazione, espressa come miglioramenti continui al treno di trasmissione. Questa volta, il team tecnico si è concentrato sul meccanismo di carica del movimento. L’RM 35-02, con il suo calibro RMAL1, aveva già incorporato il rotore a geometria variabile brevettato dalla Manifattura, una caratteristica distintiva dei movimenti automatici di Richard Mille. Con l’RM 35-03 Automatic Rafael Nadal, gli ingegneri dell’azienda hanno rivoluzionato il concetto di geometria variabile con una complicazione che è allo stesso tempo giocosa e pratica.

 

 

Valutiamo e compriamo il tuo orologio

Il più esclusivo catalogo di orologi vintage

Visita Ora

La boutique di Roma

Via della Croce, 13